Organizzazione movimento indignati

Analisi e sviluppo della Pubblica Amministrazione, della sanità, del lavoro, dei servizi ai cittadini, del turismo, dell'arte, dell'equo e solidale, della scuola, della società e del territorio e dell'economia a livello locale.
Captaingreek
Messaggi: 5
Iscritto il: 27/03/2015, 19:32
Reputation:
Contatta:

Organizzazione movimento indignati

Messaggioda Captaingreek » 07/04/2015, 18:32

Il gran merito di Beppe Grillo fu di aver riunito tutti gli indignati. Ma poi ha rovinato tutto. Lui è un artista che si muove in base alla ispirazione del momento. Ha raccatato i suoi candidati via web salvo poi espellere un gran parte di loro. Non ci sono sedi e radicamento nel sociale, non esiste una linea chiara discussa tra i membri. NOn esiste un organismo,un indirizzo postale per contattare la direzione, anzi la direzione non esiste tutto dipende da come gira al Beppe. Sono andato in Grecia per vedere come lavora il Syriza di Tsipras dove mi sono anche iscritto al partito e fattoil rappresentante si lista.Syriza ha una presenza capillare sul territorio. SEdi al live!o di quartiere, coordinamento regionale e comitato nazionale. Il segreto del successo è nella coerenza e nel carratere anti ideologico.Syriza è il partitodi tutti i lavoratori e ricalcalo dcema organizzativo della prima internazionale dei lavoratori.Inoltre è ben radicato in ogni quartiere ed offre cibo e medicine ai piú bisognosi. Ho trovato tra i militanti socialisti libertaridel tipodi Noam Chomsky,communisti critici ed altri più moderati sul tipo di Fassina. NOn si litiga su trotsky, bakunin o Stalin ma si è uniti contro la austerità neoloberista. A mio avviso dobbiamo anche qui creare una coalizione simile unendo i vari Di Battista, Luca Casarini,partiti comunisti vari e libertari non violenti, Landini , Cobas ed ex Grilini etc. Un punto fermo deve escere che il PD non è un partito di sinistra di cui cambiare il baricentro ma un partito padronale al servizio delle banche
¡Hasta la victoria siempre!
Avatar utente
Davide Iacono
Messaggi: 83
Iscritto il: 20/03/2015, 21:40
Reputation:
Località: Barano d' Ischia
Contatta:

Re: Organizzazione movimento indignati

Messaggioda Davide Iacono » 08/04/2015, 13:09

Giusto per chiarire, quest area nasce per continuare cio che abbiamo iniziato da 10 anni, si occupa di "territorio"...........e trovo fuori luogo citare grillo, abbiamo fatto un chiaro comunicato.
In sintesi, proseguiamo in maniera uguale come dal 2005, prettamente concentrati per il territorio isolano senza distinzioni di colore politico.
Appassionato di molte tematiche che con un informazione corretta possono migliorare la vita delle persone più deboli .
Cercare informazioni e divulgarle è il mio forte.
http://www.domanidomani.blogspot.com/
https://www.facebook.com/davide.iacono.71
Avatar utente
Mario Goffredo
Messaggi: 17
Iscritto il: 21/03/2015, 11:08
Reputation:

Re: Organizzazione movimento indignati

Messaggioda Mario Goffredo » 09/04/2015, 13:29

E' però interessante il racconto relativo all'organizzazione che Syriza ha avuto in Grecia. Ho letto anche io diversi articoli che menzionavano quanto tale organizzazione fosse vicina al popolo con la fornitura di medicine e beni di prima necessità.
Messere de' Liguori
Captaingreek
Messaggi: 5
Iscritto il: 27/03/2015, 19:32
Reputation:
Contatta:

Re: Organizzazione movimento indignati

Messaggioda Captaingreek » 18/04/2015, 14:02

Si Mario, io mi sono iscritto al circolo di Neos kosmos quartiere vicino Akropoli.Si fa mensa,si compra dai supermercati per cuccinare per i poveri,si offre assitenza medica gratuita a volte il collaborazione con la chiesa ed assistenza domiciliare agli anziani.Come organizzazione è di sinistra radicale ma multitedenza senza centralismo democratico come era la prima internazionale dei lavoratori. Per rispondere a Davide certe scelte sono politiche.Qui in Italia siamo tutti contro la casta e i suoi privilegi e qui siamo tutti daccordo. Una volta al governo poi che si fa? LIberto mercato? FORTE STATO SOCIALE e intervento statale come in Svezia oppure nazionaliziamo come Alliende? A mio avviso dobbiamo ispiratsi all america Latina di Beppe Mujica e dfi Rafael Correa. POi ok ai problemi locali ma sanitá, trasporti etc non si risolvono nel contesto di austerità, privatizzazioni e tagli. Bisogna invertire rotta mettendo l uomo in primo posto e non il guadagno
¡Hasta la victoria siempre!

Torna a “Lavoro e Sviluppo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron